Archivio dell'autore: admin

Premio Laudato Si’

cq5dam-web-1280-1280La Rete della Pastorale Sociale e del Lavoro del Patriarcato di Venezia indice la prima edizione del PREMIO “LAUDATO SI’” – VENEZIA: I GIOVANI PER L’AMBIENTE,

volto a premiare tesi di laurea magistrale o master aventi per oggetto “temi ambientali legati ad aziende del territorio del Comune di Venezia” con una borsa di studio 1.000,00 euro.

Il premio si pone come un riconoscimento “verso chi lavora per la protezione della casa comune, in un’ottica di solidarietà universale e sviluppo sostenibile e integrale”.

Per partecipare al premio basta compilare la domanda di partecipazione ed inviarla a psl.ve@patriarcatovenezia.it entro il 30 giugno 2017.

 

foto Ditec

Veglia del Lavoro 2012

Il piazzale esterno dello stabilimento Ditec di Quarto d’Altino (Venezia) ha ospitato la veglia diocesana per il mondo del lavoro la sera di giovedì 10 maggio con la presenza del Patriarca mons. Francesco Moraglia.

 

La realtà imprenditoriale – situata in via Pascoli 50, di proprietà della multinazionale svedese Assa Abloy e specializzata nella produzione di porte ed ingressi industriali e residenziali – è alle prese con una delicatissima situazione (e vertenza) aziendale che – a causa dell’annunciata prospettiva di “delocalizzazione” della produzione e dei conseguenti “esuberi” – sta mettendo a repentaglio una larghissima parte dei circa 130 posti di lavoro oggi esistenti nello stabilimento di Quarto.
“Senza entrare nel merito della vertenza aziendale in corso in questo momento – spiega don Marco De Rossi, vicedirettore della Pastorale sociale e del lavoro del Patriarcato che ha promosso e organizzato l’iniziativa – e in accordo con la dirigenza locale della fabbrica, abbiamo deciso di realizzare la veglia proprio nell’area aziendale della Ditec, come segno concreto di solidarietà e vicinanza a chi sta vivendo un momento di grande sofferenza e incertezza. Ma non vogliamo dimenticare tutte le altre realtà (e non sono poche) del territorio veneziano che stanno vivendo uno stato di crisi e di difficoltà. Non vogliamo dimenticare nessuno in questo che sarà, essenzialmente e come nel passato, un momento di preghiera per tutto il mondo del lavoro. Anche per coloro che sono morti durante e a causa del lavoro”.

 

RASSEGNA STAMPA

gruppo PSL a Berlino

commenti & impressioni del viaggio a Berlino

gruppo PSL a Berlino

Le Scuole di Formazione all’Impegno Sociale e Politico (SFISP) del Patriarcato di Venezia e della Diocesi di Padova hanno partecipato a una meravigliosa esperienza internazionale in Germania.

Dal 1 al 5 Giugno 2011 i 38 partecipanti, sotto la direzione di Mons. Fabio Longoni e il sapiente coordinamento della Sig.ra Marisa di Gallo, hanno avuto due indimenticabili incontri con i protagonisti del 1989, l’anno della caduta del Muro di Berlino.

 

Quest’anno la Germania celebra il bicentenario della nascita del Vescovo WILHELM EMMANUEL VON KETTELER (25 dicembre 1811 Harkotten Vestfalia), famoso per la sua attività pastorale tanto da meritare il titolo di “vescovo dei lavoratori”.


Per questo è stato facile associare a questo anticipatore della dottrina sociale della chiesa la figura ugualmente prestigiosa del Prof. Giuseppe Toniolo (1845-1918) nato a Treviso, studente presso il collegio S. Caterina (zona Gesuiti) a Venezia e laureato in giurisprudenza a Padova, per il quale è attesa la prossima beatificazione.
Il viaggio a dato l’opportunità di conoscere a Lipsia il Prof. HELMUT SCHOLZ, ordinario emerito di chimica presso la locale università, protagonista della “Rivoluzione delle candele” presso la chiesa evangelica di S. Nicola, che in seguito determinato la caduta del Muro a Berlino.
E’ stata una testimonianza commovente che ha provocato l’emozione di tutti i presenti, in particolare per l’introduzione dedicata al “Kardinal Roncalli”, primo fautore nell’aprile 1963 del dialogo tra la Chiesa e gli stati dell’Europa orientale.



A Berlino, invece, Frau ROSWITA ha accompagnato il gruppo SFISP in Bernauer strasse dando modo a tutti di conoscere da vicino ciò che rappresentava fisicamente la divisione di Berlino con il Muro e poi con la visita alla chiesa parrocchiale di S. Michele, dove ha spiegato come abbia vissuto la separazione del proprio nucleo familiare a causa del Muro.
Inoltre, il viaggio ha permesso di conoscere il concetto di Economia Sociale di Mercato, nato nella cosiddetta “Scuola di Friburgo”, il centro della teoria economica neoliberale in Germania. Il fondatore di questa scuola fu WALTER EUCKEN. Suoi validi collaboratori furono WILHELM ROPKE, LUDWIG ERHARD e ALFRED MULLER – ARMACK.


Lo stato per la scuola di Friburgo non doveva agire contro le leggi del mercato, ma nella loro direzione, cioè ai fini di un corretto svolgimento del processo economico.


Per questo, la naturale conclusione del viaggio in Germania è avvenuta nella Cattedrale Cattolica di Berlino con la concelebrazione eucaristica nella solennità dell’ascensione. Perché qui riposa il Card. JOSEPH HOFFNER che nel 1940 ottenne un dottorato in scienze economiche a Friburgo, studiando proprio con WALTER EUCKEN.


Davvero un’esperienza indimenticabile!!
ANDREA PIOVESAN – TREVISO

portalevisita papa

portale dedicato alla visita del Papa

Programma della visita, la celebrazione ad Aquileia, la messa a San Giuliano sono solo alcuni dei documenti che è possibile consultare nel portale dedicato a questo importante evento che ha interessato il nostro territorio.

Il materiale riguardante la visita del 7/8 maggio 2011 di Benedetto XVI lo potete trovare all’indirizzo ilpapaanordest.it.

percorso laicità

Giovedì 25 febbraio 2010 – ore 20:30
c/o Centro Pastorale Cardinale Urbani

Lo scorso anno abbiamo iniziato un percorso che ci ha visti numerosi e di età diverse interessati ad approfondire alcune tematiche nell’ambito dell’argomento “laicità”. Abbiamo dialogato su questioni che coinvolgono il nostro quotidiano come “il vivere e il morire”, “la pace e la guerra”, “il confronto fra Stato e Chiesa”.

Le proposte emerse in chiusura dell’esperienza ci hanno portato a formulare alcuni titoli per gli argomenti da affrontare in questo nuovo ciclo di incontri. Manterremo ancora la caratteristica del conversare fraterno e dell’ascolto con lo scopo di aiutarci a comprendere la realtà in cui viviamo e a vivere in modo sempre più maturo e responsabile una fede che ci renda liberi e capaci di scelte autonome.

Anche quest’anno ci faremo aiutare da alcuni amici che ci introdurranno di volta in volta al dialogo proponendoci diverse angolature e aspetti dello stesso argomento e ci provocheranno a confronti semplici e spontanei. Faremo riferimento ad alcuni documenti del Concilio Vaticano II, all’ultima enciclica “Caritas in veritate” e ad alcuni punti della Dottrina Sociale della Chiesa anche per sperimentare quanto di attuale, efficace, lungimirante ed eternamente valido ci sia in questi documenti ufficiali.